Archimista, il futuro prossimo.

Nel mese di settembre è stato sottoscritto un accordo tra Regione Lombardia e Politecnico di Milano che ha come oggetto lo sviluppo di Archimista. Ci stanno dentro, tra l’altro, due i tipi di azione: da un lato migliorare l’attuale applicazione dall’altro dotarla di un modulo ad hoc per la interrogazione e la presentazione dei dati.

Nella prima linea, diciamo di manutenzione evolutiva, abbiamo indicato diversi interventi, ne ricordo qui alcuni non tutti.

Pensiamo di modificare il report rtf “Inventario” in questo modo: sistemazione stili di paragrafo (contenuti del campo e etichette), inserimento di campi e schede ora mancanti (conservatore, produttore, fonti …), opzione tra segnature provvisoria e definitiva.

Abbiamo anche in mente di creare ex novo due tipi di report: uno in base a “Progetto” (utile anche per i censimenti) e uno in base a “Conservatore” (per le Guide di istituto e simili). Si sta valutando la possibilità di report “personalizzati” nei quali sia l’operatore a definire gli elementi da estrarre.

Per quanto riguarda le schede unità le novità grosso modo sarebbero queste: introdurre un terzo livello (la sotto sotto unità), possibilità di convertire la unità in sotto unità e viceversa, contraddistinguere con decimali le sotto unità (e le sotto sotto), opzione per comporre automaticamente il campo “segnatura definitiva” anche nel formato tabella.

Verrà poi affrontato il tema delle serie annuali, ho già illustrato la soluzione allo studio sul forum Archiviando, non vi annoio oltre. Si prevede anche di modificare la modalità di inserimento degli oggetti digitali attraverso: l’upload multiplo, la vista di anteprime dalla scheda a cui gli oggetti sono collegati, l’utilizzo di un viewer.

L’elenco delle cose da fare non finisce qui, altre info nei prossimi giorni.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: